• Martha Rossi

"PERSONE ROTTE" COLORO CHE HANNO VISSUTO UNA SOFFERENZA D'AMORE E RIMANGONO SEGNATE


Non so se avete mai sentito il temine "Broken People" in qualche film inglese o in qualche libro in cui vengono illustrate le conseguenze di una storia d'amore finita male.



Me ne parlò una mia amica questa estate, raccontandomi la sua brutta storia, mentre mi trovavo in aeroporto in partenza per la Germania: triste si e con gli occhi rossi di lacrime.


Quando si chiude male una storia d'amore una delle due parti, se non entrambe, diventano parte della categoria "persone rotte". Coloro che saranno mai più come prima ma che porteranno da li in poi, un segno indelebile che li condizionerà per sempre.


Qui troviamo banalmente le persone che perdono la fiducia dopo un tradimento, coloro che hanno paura di soffrire nuovamente perchè sono stati lasciati senza un chiaro motivo e non sanno se vivere una nuova storia d'amore. Coloro che pensano che non si innamoreranno mai più. Coloro che hanno subito violenza o che hanno frequentato persone con dipendenze che pensano che tutto possa riaccadere e riconoscono tutti i segnali, coloro che si rifugiano nel sesso perchè troppo spaventati dalla parola amore... ect...


Detta così potrebbe risultare un pò angosciante ma analizziamone tutti gli aspetti perchè c'è sempre una seconda faccia della medaglia.


Chi non ha mai sofferto per amore!

Chi ha pensato: come lui/lei non lo troverò mai più! Chi ha pianto disperatamente per un amore non vissuto o un amore finito male. Chi come dice la mia canzone distante: lo ha inseguito tra le facce della gente. Chi ha scritto diari segreti sperando di incontrarlo. Chi ha rimuginato tutta la notte senza prendere sonno. Chi guarda se è "online" chi tiene il telefono in mano sperando di leggere il suo nome nella chiamata.

Chi non si è mai improvvisato investigatore alla Jessica Fletcher per capire chi frequentasse la persona che ancora albergava nel suo cuore. Chi si è mai sentito solo e non capito.

Chi manda messaggi senza fine, chi sparisce nel nulla. Chi dopo mesi ancora piange, chi dorme per non pensare. Chi si butta nello sport per scaricare la rabbia, chi preferisce raccontare al proprio amico ogni sera sempre la stessa cosa. Chi ha perso l'appetito o chi mangia troppo alla Bridget Jones per uno stronzo che l'ha mollata per un altra.

Chi non si è mai sentito dire: la verità è che non gli piacevi abbastanza!


la verità è che non gli piacevi abbastanza!

Insomma i film sono un chiaro esempio di vita comune e basta parlare con il tuo vicino di casa o con la ragazza sul tram verso il lavoro, per capire che tutti hanno avuto un momento "no" nella vita legato ad un importante storia d'amore.


Mi piace ascoltare le persone ed i loro racconti di vita, mi piace confrontarmi e capire a trent'anni che le persone rotte non sono altro che quelle persone che, si è vero hanno vissuto una grande sofferenza in amore, ma sono anche quelle persone più sensibili in grado nonostante la paura di soffrire di nuovo, di provare ad essere nuovamente felici.


Ecco, se dovessi catalogarmi sicuramente sarei nella categoria delle broken girls ma anche nella categoria di chi prova ad essere nuovamente felice. Io sorridente e solare ricciolina con tanti capricci ma con il cuore sensibile e pieno nonostante tutto, d'amore.


Così anche se il cuore ci ricorda delle volte che sta ancora male, l'altra faccia della medaglia ci ricorda che c'è sempre dietro l'angolo uno spiraglio di luce che ci porta verso il sorriso.

Proprio come questo vaso che pur essendo rotto, riparato con la luce dell'oro, riesce a distinguersi tra la folla e risultare il più bello.

Le anime più forti sono quelle temprate dalle sofferenze, i caratteri più solidi sono cosparsi di cicatrici





211 visualizzazioni
  • MR PRODUCTION
    © Copyright MarthaRossi™ 2018